Ho ricevuto la newsletter di una delle business strategist che seguo con più interesse – Melissa Cassera – sul batching day: il batching è una tecnica produttiva utile soprattutto per chi scrive, e consiste nel riservare una giornata intera o un numero di ore preciso a un solo compito affrontando attività simili insieme e non una per volta. Detto così sembra una cazzata, ma quand’è l’ultima volta che vi siete concentrati su un obiettivo senza guardare i social, senza leggere whatsapp, senza la tv di sottofondo, senza leggere le mail e senza nessun tipo di interruzione? Ecco.

Quando mettiamo a posto casa non ci sogneremmo di lavare un pezzo di finestra, poi pulire il lavandino, poi cambiare solo le federe. Probabilmente affrontiamo una stanza alla volta e alla fine laviamo a terra come ultima fase. Perché nel lavoro facciamo spesso le cose a pezzi?

Mandare una mail, rispondere a un commento su Facebook, fare una telefonata a un cliente mentre si fa shopping on line, scrivere un testo per lavoro mentre si è al telefono con il fidanzato e tornare a casa in macchina mentre si parla con il commercialista vi stressa e vi dà l’impressione di aver fatto tutto superficialmente. Non siamo multitasking, e ricerche scientifiche dimostrano che la produttività cala verticalmente quando non ci concentriamo su un singolo compito alla volta.

La tecnica del batching consiste principalmente nel:

  1. Raggruppare task simili in un unico momento
  2. Concentrarsi su un compito eliminando le distrazioni

Raggruppare compiti simili per ammortizzare il tempo non vale solo per la scrittura e per il lavoro ma anche per cose completamente differenti come gli appuntamenti dall’estetista (tre ore in un unico giorno facendo tutto: ceretta, unghie, pulizia viso o quello che ci pare piuttosto che tre appuntamenti separati durante il mese, così da diminuire il tempo degli spostamenti) e le faccende burocratiche (pagare tutte le bollette, mandare tutte le fatture, chiamare i clienti che non hanno pagato, sentire il commercialista).

Il secondo filone, quello sulla concentrazione, sembra il più semplice da affrontare ma le cattive abitudini sono difficili da estirpare. Siamo tutti diversi e c’è chi si concentra solo in solitudine, chi ha bisogno della musica, chi di essere all’aperto, ma le distrazioni sono uguali per tutti. Dovete scrivere una newsletter, registrare un podcast o rifare il vostro CV? Per le prossime 2 ore:

  • spegnete il telefono
  • fate log out dai social
  • lavorate meglio nel luoghi affollati ma scrivete meglio di notte e non vedete la soluzione? Eccola
  • mettete a portata di mano quello che vi serve: caffè, sigarette, fogli
  • create l’ambiente perfetto: musica se vi concentrate con la musica, sedia o poltrona comoda, candela rilassante, una foto di Beyoncé che vi fissa (parlo per me)
  • fate dei break programmati con qualcosa che vi piace fare, dallo stretching a una puntata di una serie tv
  • ho detto UNA puntata

Se volete saperne di più il 29 settembre è il batching day.

Once you batch, you never go back.

Roberta Talia 2016 - P.IVA: 07195700724